<h2>ECOBONUS</h2>

Il Caf Acli Milano si occupa della trasmissione all’ENEA sia dell’ECOBONUS (solo per installazione di infissi e schermature solari) sia del BONUS CASA (per qualsiasi tipologia di intervento), sulla base dei dati forniti dai contribuenti attraverso un apposito modulo semplificato creato per l’occasione. Trattandosi infatti di interventi per cui ENEA richiede informazioni molto specifiche, tutti i dati tecnici necessari devono essere forniti direttamente dal contribuente, con il supporto dell’impresa che ha svolto il lavoro.

 

Di cosa si tratta?

Da qualche anno ormai, per usufruire delle detrazioni Irpef previste per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici e per quelli che comportano un risparmio energetico e/o l’utilizzo delle fonti rinnovabili di energia, è necessario comunicare all’ENEA (Agenzia Nazionale per le Nuove Tecnologie, l’Energia e lo Sviluppo Economico Sostenibile) una serie di dati relativi agli interventi stessi, al fine di consentire il monitoraggio e la valutazione del risparmio energetico.

Nello specifico, le pratiche da inviare ad ENEA si distinguono in due tipologie:

  • Interventi di riqualificazione energetica (ex legge 296/2006), c.d. ECOBONUS, che prevede, a seconda della tipologia dei lavori eseguiti, detrazioni che vanno dal 50% al 90%;
  • Interventi di ristrutturazione edilizia (art. 16 bis del DPR 917/86), c.d. BONUS CASA, che prevede una detrazione del 50% in merito ad interventi di ristrutturazione edilizia che comportano un risparmio energetico

 

Ecobonus

L’agevolazione è concessa quando si eseguono interventi che aumentano il livello di efficienza energetica degli edifici esistenti:

  • riduzione del fabbisogno energetico per il riscaldamento;
  • il miglioramento termico dell’edificio (coibentazioni – pavimenti – finestre, comprensive di infissi);
  • l’installazione di pannelli solari;
  • la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale;
  • dal 2015, l’agevolazione è prevista anche per l’acquisto e la posa in opera delle schermature solari e la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili.

 

Bonus casa

La trasmissione dei dati all’ENEA è obbligatoria per i seguenti interventi edilizi e tecnologici:

  • strutture edilizie (ad esempio pareti verticali, coperture e pavimenti);
  • infissi;
  • impianti tecnologici (ad esempio, sostituzione di generatori di calore con caldaie a condensazione);
  • installazione di pompe di calore per climatizzazione degli ambienti ed eventuale adeguamento dell’impianto;
  • scaldacqua a pompa di calore;
  • acquisto di elettrodomestici di classe A+ o superiore (ma solo se collegati ad un intervento di recupero del patrimonio edilizio).

 

Scadenze

In entrambi i casi la trasmissione dei dati all’ENEA dovrà avvenire entro il termine di 90 giorni a partire dalla data di ultimazione dei lavori o del collaudo.